Luogo

Sala le Muse
Sala le Muse
Via Sant'Andrea, 67, 84081 Antessano, Baronissi SA
Sito web
https://www.salalemuse.it

Calendario Eventi

L
M
M
G
V
S
D
26
27
28
29
1
2
3
Eventi di 27 Febbraio
Eventi di 28 Febbraio
Eventi di 29 Febbraio
Eventi di 1 Marzo
Nessun evento
Eventi di 2 Marzo
Eventi di 3 Marzo
4
5
6
7
8
9
10
Eventi di 4 Marzo
Eventi di 5 Marzo
Nessun evento
Eventi di 6 Marzo
Eventi di 7 Marzo
Nessun evento
Eventi di 8 Marzo
Nessun evento
Eventi di 9 Marzo
Nessun evento
Eventi di 10 Marzo
Nessun evento
11
12
13
14
15
16
17
Eventi di 11 Marzo
Eventi di 12 Marzo
Nessun evento
Eventi di 13 Marzo
Nessun evento
Eventi di 14 Marzo
10:30

Alice

Teatro Sistina
Eventi di 15 Marzo
10:30

Alice

Teatro Sistina
Eventi di 16 Marzo
Eventi di 17 Marzo
18
19
20
21
22
23
24
Eventi di 18 Marzo
09:00 - 11:00

Alice

Cineteatro Don Bosco
Eventi di 19 Marzo
Eventi di 20 Marzo
10:30

Alice

Teatro Augusteo
Eventi di 21 Marzo
Eventi di 22 Marzo
Eventi di 23 Marzo
Eventi di 24 Marzo
25
26
27
28
29
30
31
Eventi di 25 Marzo
09:30 - 11:30

Alice

TeatroTeam
Eventi di 26 Marzo
09:00 - 11:00

Alice

Teatro Guerrieri
Eventi di 27 Marzo
09:00 - 11:00

Alice

Cinema Garden
Eventi di 28 Marzo
Nessun evento
Eventi di 29 Marzo
Nessun evento
Eventi di 30 Marzo
Nessun evento
Eventi di 31 Marzo
Nessun evento
1
2
3
4
5
6
7

Data

04 Febbraio 2024
Terminato

Ora

21:00

Costo

€ 10,00

L’Odore della Luna

 Io sono Maria e ho deciso 

Maria proviene da un mondo arcaico, governato da leggi ferree, che relegano le donne a una ineluttabile marginalità, entro confini angusti dove sono fragili prede del desiderio maschile e dei pregiudizi sociali. La sua purezza innata le offre riparo nel contatto con la natura incontaminata che la circonda e in quel frammento di nucleo affettivo – una nonna brusca ma protettiva – che la sorte le ha rimediato. Per ragioni che non le è dato di comprendere Maria dovrà abbandonare quel suo piccolo nido e affrontare le asperità di un percorso di emancipazione, che le riserverà la sorpresa di un amore intenso, vissuto nella pienezza fiduciosa dettata dall’innocenza, ma anche delusioni brucianti. Una crescita, la sua, che esige un riscatto esoso da pagare e comporta un’ardua prova finale: il salto nel cerchio di fuoco di una scelta estrema, un passaggio che potrà segnare la conquista di una consapevolezza matura e moralmente solida. 

Ma non tutti i traumi preludono necessariamente a risoluzioni esiziali. La trama fitta che la Tyche intesse intorno a Maria fin dalla nascita può forse essere recisa per sempre, dischiudendo un varco stretto, rischiarato sul fondo da un bagliore di libertà. Io sono Maria e ho deciso. 

L’intera vicenda appare sospesa fra realtà e sogno, fra narrazione e vita vissuta, simbolicamente incastonata in un paesaggio spoglio, privo di dettagli, quasi desertico come potrebbe immaginarsi il suolo di quella Luna che fin da piccola Maria ha vagheggiato di raggiungere e di annusare. L’atmosfera evocativa è sottolineata dalle sonorità appassionate e dolenti di un repertorio spagnolo e ibero-americano di chitarra classica, che innerva e commenta lo sviluppo della storia, arricchendolo di inflessioni poetiche e radicandolo nel chiaroscuro di un meridione ora assolato ora cupo e impenetrabile. 

Torna in cima