Luogo

Sala le Muse
Sala le Muse
Via Sant'Andrea, 67, 84081 Antessano, Baronissi SA
Sito web
https://www.salalemuse.it

Calendario Eventi

L
M
M
G
V
S
D
26
27
28
29
1
2
3
Eventi di 27 Febbraio
Eventi di 28 Febbraio
Eventi di 29 Febbraio
Eventi di 1 Marzo
Nessun evento
Eventi di 2 Marzo
Eventi di 3 Marzo
4
5
6
7
8
9
10
Eventi di 4 Marzo
Eventi di 5 Marzo
Nessun evento
Eventi di 6 Marzo
Eventi di 7 Marzo
Nessun evento
Eventi di 8 Marzo
Nessun evento
Eventi di 9 Marzo
Nessun evento
Eventi di 10 Marzo
Nessun evento
11
12
13
14
15
16
17
Eventi di 11 Marzo
Eventi di 12 Marzo
Nessun evento
Eventi di 13 Marzo
Nessun evento
Eventi di 14 Marzo
10:30

Alice

Teatro Sistina
Eventi di 15 Marzo
10:30

Alice

Teatro Sistina
Eventi di 16 Marzo
Eventi di 17 Marzo
18
19
20
21
22
23
24
Eventi di 18 Marzo
09:00 - 11:00

Alice

Cineteatro Don Bosco
Eventi di 19 Marzo
Eventi di 20 Marzo
10:30

Alice

Teatro Augusteo
Eventi di 21 Marzo
Eventi di 22 Marzo
Eventi di 23 Marzo
Eventi di 24 Marzo
25
26
27
28
29
30
31
Eventi di 25 Marzo
09:30 - 11:30

Alice

TeatroTeam
Eventi di 26 Marzo
09:00 - 11:00

Alice

Teatro Guerrieri
Eventi di 27 Marzo
09:00 - 11:00

Alice

Cinema Garden
Eventi di 28 Marzo
Nessun evento
Eventi di 29 Marzo
Nessun evento
Eventi di 30 Marzo
Nessun evento
Eventi di 31 Marzo
Nessun evento
1
2
3
4
5
6
7

Data

27 Febbraio 2022
Terminato

Ora

21:00

Costo

€ 10,00

Anna Cappelli

SERENA STELLA in

ANNA CAPPELLI

regia di ANTONELLO DE ROSA

Il testo è insidioso e pieno di trabocchetti. Il delirio naturalistico e minimale, ambientato in una miserabile Italietta degli anni Sessanta, a una lettura poco attenta può sembrare scarsamente dotato di una vena originaria limpida e necessaria; ma a uno sguardo più accorto non sfugge la mostruosa e depravata sottocultura piccolo‐borghese che invade ogni respiro del dramma, incarnandosi in una donnina in apparenza docile e insignificante. L’intelligenza dell’autore sta nel nascondere, dietro la follia della normalità, un processo culturale drammatico che ha vissuto il nostro paese: la protagonista del dramma porta in sé la miseria degli anni in cui divenne importante avere piuttosto che essere.

Ecco, sulla scena compare Anna,ombra leggera e incerta, continuamente alla ricerca di se,delle sue radici,dei suoi ricordi, dei suoi affetti, della sua verità di donna.
Lentamente prendono corpo le sue ossessioni,macerate in lunghe solitarie notti,nel chiuso di una stanza in una penombra, lentamente prendono corpo le sue ossessioni, in un’atmosfera evanescente e rarefatta, spazio ideale dove anche il reale è destinato a sfumare nel sogno e la verità nella finzione.

La scena e’ nelle sue linee molto essenziale ma,contemporaneamente,tende ad evidenziare e sottolineare l’indole ossessiva della protagonista.
Gli elementi presenti più che descrivere un ambiente servono ad evocare e suggerire un’attmosfera evanescente e rarefatta.
Un sapiente gioco di luci,mai piene ma sempre lievemente soffuse,aiuta a creare una leggera penombra,spazio ideale dove possono prendere corpo le fantasie di Anna.

X
Sold out!
Torna in cima