Luogo

Sala le Muse
Sala le Muse
Via Sant'Andrea, 67, 84081 Antessano, Baronissi SA
Sito web
https://www.salalemuse.it

Calendario Eventi

L
M
M
G
V
S
D
26
27
28
29
1
2
3
Eventi di 27 Febbraio
Eventi di 28 Febbraio
Eventi di 29 Febbraio
Eventi di 1 Marzo
Nessun evento
Eventi di 2 Marzo
Eventi di 3 Marzo
4
5
6
7
8
9
10
Eventi di 4 Marzo
Eventi di 5 Marzo
Nessun evento
Eventi di 6 Marzo
Eventi di 7 Marzo
Eventi di 8 Marzo
Eventi di 9 Marzo
Nessun evento
Eventi di 10 Marzo
11
12
13
14
15
16
17
Eventi di 11 Marzo
Eventi di 12 Marzo
Nessun evento
Eventi di 13 Marzo
Nessun evento
Eventi di 14 Marzo
10:30

Alice

Teatro Sistina
Eventi di 15 Marzo
10:30

Alice

Teatro Sistina
Eventi di 16 Marzo
Eventi di 17 Marzo
Nessun evento
18
19
20
21
22
23
24
Eventi di 18 Marzo
09:00 - 11:00

Alice

Cineteatro Don Bosco
Eventi di 19 Marzo
Eventi di 20 Marzo
10:30

Alice

Teatro Augusteo
Eventi di 21 Marzo
Eventi di 22 Marzo
Eventi di 23 Marzo
Eventi di 24 Marzo
25
26
27
28
29
30
31
Eventi di 25 Marzo
09:30 - 11:30

Alice

TeatroTeam
Eventi di 26 Marzo
09:00 - 11:00

Alice

Teatro Guerrieri
Eventi di 27 Marzo
09:00 - 11:00

Alice

Cinema Garden
Eventi di 28 Marzo
Nessun evento
Eventi di 29 Marzo
Nessun evento
Eventi di 30 Marzo
Nessun evento
Eventi di 31 Marzo
Nessun evento
1
2
3
4
5
6
7

Data

13 Marzo 2022
Terminato

Ora

21:00

Costo

€ 10,00

Adda Passa!

COMPAGNIA ARTEATRO

Adda Passa!

regia e adattamento di ALFONSO GRASSI

Il titolo dello spettacolo ‘Adda passà, rievoca la celebre frase pronunciata da Gennaro Jovine nel terzo atto di Napoli Milionaria, ‘Adda passà a nuttata e nasce da una riflessione sul presente, sull’attesa di un ritorno alla nostra quotidianità interrotta dall’emergenza sanitaria. La notte deve passare per tutti noi, reduci da una guerra contro un nemico invisibile che inevitabilmente ci ha trasformato. Come la Napoli di Eduardo, anche la nostra società si manifesta a tratti rassegnata, rapace, fatta di spalle voltate e porte chiuse, di lotta alla sopravvivenza. La pandemia, come la guerra, non può spegnere l’entusiasmo nei cuori della gente, la spontanea solidarietà e la semplicità di cogliere la meraviglia attorno a sé. C’è ancora uno spiraglio di generosità e spirito collaborativo: ne è portavoce Gennaro, ma l’emblema è il ragioniere Spasiano che dona la medicina gratuitamente a Donn’Amalia per salvare la figlia, (si potrebbe fare lo stesso con il brevetto dei vaccini covid19). ‘Adda passà si arricchisce di un significato purificatore dell’animo , diventa la filosofia di un popolo, la massima a cui affidarsi nei momenti di crisi.

Il primo tempo, “La chiave di casa” è una pièce teatrale di Carlo Mauro del 1931.

Mentre fa ritorno a casa, Don Simone incontra l’amico Ciccillo che gli chiede un favore: intrattenere il marito di una signora con la quale ha una tresca amorosa, finché non si troverà la chiave di casa della donna. Dopo che Simone ha accettato controvoglia l’incarico, Ciccillo gli indica il marito dell’amante seduto in una pizzeria. È l’inizio di una serie di vicissitudini ed equivoci esilaranti. Un testo basato sull’amicizia … o forse sull’illusione di “essere amici”.

Il secondo tempo, invece, è tratto dal primo atto di Napoli milionaria di Eduardo De Filippo del 1945.

In un tipico basso napoletano, in piena guerra, vivono Gennaro e Amalia Jovine, con i figli Amedeo e Maria Rosaria. Nonostante Gennaro non approvi, Amalia pratica la borsa nera in società con Errico “Settebellizze” e tra i suoi clienti spicca il ragioniere Spasiano, venuto per comprare alimenti per la sua famiglia al prezzo di svendere le poche proprietà che ancora gli rimangono. Nel finale è messo in scena il funerale di Gennaro, che servirà da intralcio alla retata del brigadiere Ciappa, mentre un nuovo bombardamento colpisce Napoli …

X
Sold out!
Torna in cima